Meeting Giovanile Optimist Cervia 2019

La Classica regata in Italia dedicata alla categoria cadetti Optmist, quest’anno con il passaggio anticipato alla categoria Juniores, con la partecipazione anche dei giovanissimi classe 2008, oltre che 2009 e 2010.
All’evento come sempre hanno preso parte 270 atleti suddivisi in 3 flotte per anno di nascita.
La Lega Navale Italiana Sez. di Ostia è stata rappresentata dai seguenti 7 optimisti: Marco D’Andretta (2008), Gabriele Gatto (2008), Livia Beltrano (2008), Gabriele Viti (2009), Massimo Casella (2009), Leonardo Greco (2009) e Emanuele Maset (2009).
Le regate sono iniziate venerdì 12 con una giornata classica di termica, con il vento partito da 70 gradi e gradualmente ruotato a destra durante lo svolgimento delle prove, con una intensità tra i 6 e i 10 nodi. Sabato dopo una lunga attesa il Cdr decide di annullare le regate per mare troppo formato e condizioni instabili e di rinviare i giochi tutti a domenica. Ultima giornata con un bel sole e  vento in rapido aumento nel corso delle prove fino a raggiungere i 15 nodi, con rotazione a destra.
Le 6 prove disputate mettono in mostra il potenziale dei due Gabriele della squadra:

  • partiamo dal 2009 Viti, che si presenta con un nuovo look, via il cappello rosso mangiato dal cane e dentro un super cappello arancione per contenere quei ricci biondi, simili alla criniera di un leone. Inoltre prova in allenamento la vela biradiale della prestigiosa North Sails, con la quale si sente veloce e chiede di provarla in gara, morale vela stazzata e numerata con ITA 757, a omaggiare il recente titolo di Campioni del Mondo 2019 470 U23 di Ferrari e Calabrò. Quindi “ricciotto” con i parziali 4, 1, 11, 5, 15, 15 si posiziona a fine regata 5° assoluto, con qualche rammarico, ma strappando uno premio prestigioso. La sua prestazione in barca è eccellente, in particolare di bolina, qualcosa lascia sul terreno di poppa e in termini di geometrie, tattica e tenacia fino alla fine per non perdere punti importanti sul terreno, il che fa intuire ancora ampi margini di miglioramento, rispetto alcuni esperti e forti concorrenti;
  • il secondo Gabriele, gatto invece che leone, soprannominato il “grinta”, dichiara di voler partire forte, esagera e prende un UFD, che avrebbe abbattuto chiunque, ma rimane tranquillo e convinto dei suoi mezzi, nella prima giornata, porta a casa due preziosi 10 e nelle altre prove (con in rammarico del UFD che senza lo avrebbe portato a chiudere con un 4° assoluto a fine giornata, a dire che il ragazzo ha stoffa, ma arbitro fischia e…). Tanta la voglia di riscatto, ma dovrà aspettare la domenica. Iniziata malino con un brutto 29, partenza conservativa e bordo con meno vento, c’è da ricordarsi di non cambiare la strategia condivisa nel prepartenza… Due ultime prove con vento teso, Gabriele alle “cinghie” come nessuno, due 5° di giornata sempre in rimonta, per chiudere l’evento con un 10° assoluto, non male!
    Gli altri della LNIO ancora alternano buone prestazioni a prove un po’ confuse, in termini sia di pianificazione strategica che di continuità nel portare barca al 100%. In particolare Marco, Livia e Massimo hanno circa un mese per mettere a punto quest’aspetto, in vista dell’importante regata Primavela di Reggio Calabria. Concludiamo con Leonardo e Emanuele che a una delle loro prime regate nazionali, ancora si dimostrano acerbi, ma con qualche consapevolezza in più rispetto le prime esperienze.
    Prossimo appuntamento Kinder di Ravenna.