Terza tappa Kinder

Marina di Carrara, 8-9 giugno 2019

Nelle acque antistanti Marina di Carrara si è disputata la terza tappa del Trofeo Kinder Optimist 2019, con ben 300 iscritti tra Juniores e Cadetti, rispettivamente 210 e 90. La rappresentativa della Lega Navale Italiana Sez. Lido di Ostia era composta da ben 12 atleti, accompagnati dagli allenatori Poalo Mariotti e Simone Scabardi. Di seguito la lista dei regatanti LNIO: Adriano Cardi, Sofia Alberelli, Matteo Di Lascio, Fabrizio Fragassi, Giulia Tan Finazzi, Livia Beltrano, Gabriele Gatto, Marco D’Andretta, Federico Marrocco, Gabriele Viti, Sara Anzellotti e Massimo Casella.

Le due giornate di regate sono state caratterizzate da leggere brezze da mare, corrente sostenuta e geometrie del campo spesso da interpretare al meglio per effettuare delle regate nelle prime posizioni della flotta, in particolare con riferimento alla geometria della partenza. Qui in generale i nostri regatanti hanno mostrato ancora ampi margini di miglioramento, probabilmente anche dovuti alla non elevata esperienza degli stessi in partenze con flotte così numerose. In qualche modo però, ciò avvalora le prestazioni della squadra che vede tutti gli atleti ben posizionati in classifica generale. Spicca in particolare la categoria cadetti, dove Sara Anzellotti, Massimo Casella e Gabriele Viti si posizionano tutti nella top ten della classifica generale, rispettivamente 4° assoluta (e 1° femminile assoluta), 6° assoluto e 10° assoluto. Nella categoria juniores il solito Adriano, dopo una prima prova in ombra, si riscatta nelle 4 successive e grazie allo scarto risale fino la 11° posizione generale. Tanti bei piazzamenti per Sofia Alberelli, Matteo di Lascio, Marco d’Andretta, Federico Marrocco e Gabriele Gatto, peccato per Giulia che ha visto sfumare un 7° per partenza anticipata all’ultima prova del primo giorno. Insomma le premesse per arrivare sempre più in alto ci sono per tutti, quello che serve è mettere in allenamento la giusta attenzione a quei fattori di miglioramento evidenziati nelle competizioni fin qui disputate, affinché poi alcuni schemi di strategia e tattica, siano di fatto quasi un sesto senso nelle regate.

Concludiamo con i complimenti da parte del Circolo alla sua atleta Sara Anzellotti, che oltre a conquistare una coppa dopo l’altra (addirittura 2 in questa: come risultato assoluto e come prima femmina), dimostrandosi una dei cadetti più costanti della stagione fin qui disputata, strappa il meritato pass per il prestigioso GAN CADETTI. A detta degli allenatori, nonostante qualche emozione emerga a riva prima delle regate, in acqua si mostra fredda come il ghiaccio e uno dei sui punti di forza è la capacità di recuperare sempre tanti metri e posizioni, durante lo svolgimento delle singole prove, caratteristica fondamentale affinché si ottengano costantemente prestazioni di spicco nello sport della vela. Il messaggio è per tutti quelli che si fanno ingenuamente ingolosire dai finti pensieri amici di dire tanto è uguale, questa la scarto, mi virano tutti sopra, arbitro/allenatore/Eolo ce l’ha con me……e molti altri alibi del regatante!