Seconda Tappa Kinder 2019

Senigallia, 6-7 aprile 2019

 

A Senigallia si è disputata la 2° tappa del Trofeo Kinder Optimist 2019. Alla competizione hanno preso parte ben 190 juniores e 75 cadetti. La Lega Navale Italiana sez. di Ostia è stata rappresentata da 9 dei suoi atleti più un atleta aggregato del Circolo AV Civitavecchia, di seguito i nomi:

1 Marco D’Andretta (J 2008);

2 Massimo Casella (C 2009);

3 Matteo Iannielli (J 2007);

4 Giulia Tan Finazzi (J 2007);

5 Quan Adriano Cardi (J2006);

6 Sara Anzellotti (C 2009);

7 Emanuele Maset (C 2009);

8 Mikel Amendola (J 2007);

9 Gabriele Viti (C 2009);

10 Alessandro Ricci (C 2009).

Le previsioni erano incerte per il passaggio della coda di una perturbazione atlantica, ma alla fine l’alta pressione ha avuto la meglio e ha regalato due ottime giornate di vento da E.

Nella giornata di sabato delta su in perfetto orario, la chiamata per gli atleti è stata di settare le barche per una probabile giornata di vento fresco da direzione 90/100°. Subito sul campo di regata si è stesa una brezza sui 13-16 nodi di intensità, con onda abbastanza formata. Ancora una volta i nostri atleti si sono confrontati in questa specifica condizione, non frequente durante gli allenamenti invernali, ma stavolta la confidenza è sembrata migliore per tutta la squadra. Alla fine della giornata si evidenziano le prestazioni di livello per la categoria Juniores di tutti i ragazzi: Adriano (5,9,6), Mikel (19,15,30), Matteo (24, 17,26), Giulia (22, 31, 21) e Marco (34,32,40). In generale migliora la prestazione, ma ancora non a livello dei primi 20-10 della flotta, salvo per Adriano. I cadetti Gabriele (8,12,8), Sara (11,8,14) e Massimo (12, 15, 12) completamente a secco di giornate così su 75 concorrenti si dimostrano competitivi, in particolare di bolina, con qualcosa da rivedere per le andature portanti. Complimenti anche ad Alessandro dell’ AV Civitavecchia dell’amico Mario Pelliccione, che si mette in evidenza con un 5, 3 e 4 di giornata. Un plauso anche a Meme, che seppure leggerissimo si impegna a finire la prima prova, poi ingavona di lasco, dove era in discreta posizione e si ritira, una volta al gommone mostra carattere nel non chiedere il cambio, ma è l’allenatore a scegliere per lui (Bravo!). In generale in entrambe le categorie emerge una maggiore capacità nella conduzione delle barche con onda e vento, buone partenze e buone le prime scelte strategiche, da rivedere le scelte e la conduzione sulle andature portanti e assolutamente da migliorare la gestione della seconda bolina, che per tutti costa punti significativi e per alcuni la possibilità di ambire ai tanto desiderati premi (vedi Adriano e Gabriele). In particolare gli aspetti strategici sono stati oggetto di attenta analisi video sia la sera che la mattina successiva, durante l’attesa della delta.

La giornata di domenica inizia con calma piatta e pioggia, e proprio quando si stava perdendo la fiducia nel riuscire a regatare, è uscito il sole e velocemente si è stesa una lieve brezza oscillante da E/NE. Il Comitato, reattivo, alle 12 circa manda tutti a mare. Con una media di 4-5 nodi e mare piatto sì è pertanto riusciti a disputare una prova per tutte le batterie e quasi tutti i nostri ragazzi, con condizioni più familiari e maggiore attenzione alle scelte, hanno portato a casa una splendida giornata (peccato per la partenza anticipata di Giulia, che comunque aveva disputato una buona prova in rimonta), con i parziali:

1° Alessandro Ricci (AV Civitavecchia) categoria cadetti (unico a battere il bravissimo Erik Scheidt in 4 prove);

2° Adriano Cardi categoria juniores;

3° Sara Anzellotti categoria cadetti e 1° Femmina;

6° Gabriele Viti categoria cadetti;

10° Mikel Amendola categoria juniores;

12° Massimo Casella categoria cadetti;

15° Marco D’Andretta categoria juniores;

23° Matteo Iannielli categoria juniores;

54° Emanuele Maset categoria cadetti.

Giornate così dimostrano l’impegno e il lavoro fatto da questo team e devono trasmettere a tutta la squadra di atleti e allenatori la consapevolezza di dove si sta andando in un percorso che ingrediente dopo ingrediente, vedrà questi atleti sempre più marinai, velisti e regatanti.

Concludiamo con un plauso speciale alla nostra guerriera bionda, che nonostante le giornate impegnative, con una rimonta dietro l’altra (e qui si vede la stoffa) prende a sportella

te i maschietti e nonostante un’umana paura prima della prova del secondo giorno, conquista l’ottava posizione assoluta e la prima femminile con un distacco di 12 punti! (quando ha paura fa terza in prova 😉). Complimenti con qualche rammarico anche ad Adriano generale della flotta Juniores (a fine regata dice di essere stato conservativo!!!) e a Gabriele 9° cadetto (quando metterà a fuoco il gioco della regata l’esito sarà ancora meglio).